Cibo · Preparazioni base · Trucchi di Autoproduzione

Cos’è e come si prepara… Il Tahin!

In Italia siamo abituati a vedere il sesamo quasi esclusivamente sul pane, a volte all’esterno del sushi oppure nelle barrette di croccante, ma in realtà questo piccolo seme è un concentrato di nutrienti alla base dell’alimentazione di diversi popoli.

In estremo oriente dal sesamo si ricava un olio molto aromatico ed ampiamente utilizzato, mentre un altro derivato ancora poco conosciuto dalle nostre parti è il tahin, un piccolo gioiello che varrebbe la pena di inserire nella nostra alimentazione con una certa regolarità.

spices-3331974_640

Il mio primo incontro con questo ingrediente è avvenuto diversi anni fa e ammetto che si è rivelato piuttosto traumatico. La consistenza è densa, ma ancora abbastanza liquida, ed il forte sapore di tostato mi ha spiazzata non poco. Che farci?

I tentativi sono stati tanti, alcuni riusciti, altri meno… Sta di fatto che ora a casa non manca mai e lo utilizzo tantissimo per condire verdure e cereali, per preparare salse o per farcire i panini, ma anche per preparare i biscotti in sostituzione al burro oppure da spalmare sulle fette biscottate a colazione!

Che cos’è?

L’ingrediente base del tahin è il sesamo tostato, che dopo essere stato macinato si trasforma in un burro dal sapore abbastanza forte, ma che se inserito in modo attento può dare grandissime soddisfazioni ed una quota di nutrienti extra davvero interessante.

Il suo utilizzo è comune nei Paesi del nord Africa, in medio oriente, in India ed in Grecia. Si tratta di uno degli ingredienti più importanti nella preparazione del hummus di ceci e del baba ganoush, una salsa molto corposa e saporita a base di melanzane.

Perché fa bene?

Dal punto di vista nutrizionale stiamo parlando di un ingrediente decisamente calorico (2 cucchiai di tahin hanno circa 178 kcal), ma anche molto nutriente.

Il tahin ha infatti un alto contenuto di grassi, ma la buona notizia è che la stra grande maggioranza sono mono- e polinsaturi, dall’effetto protettivo, così come elevata è la quantità di fitosteroli, sostanze che contrastano gli effetti negativi del colesterolo sul nostro organismo.

E’ poi sorprendente il contenuto di minerali: 2 cucchiai di tahin contengono infatti magnesio, fosforo, ferro e calcio in quantità interessanti e facilmente assimilabili.

Rispetto all’uso dei semi di sesamo interi questo è un enorme vantaggio poiché, sebbene abbiano caratteristiche molto simili, i nutrienti presenti nei semi non sono completamente disponibili e non vengono assorbiti con la stessa facilità.

Come si prepara?

Il tahin può essere tranquillamente acquistato pronto nei negozi di alimenti naturali e nei supermercati più forniti, ma può anche essere preparato a casa in pochissime e semplici mosse.

Ti basteranno, infatti, solamente due ingredienti ed il frullatore ad immersione. 😉

  • 150 g di semi di sesamo
  • 50 ml di olio di semi di sesamo (se avrai difficoltà a trovarlo, potrai ottenere un buon risultato anche con l’olio di semi di girasole)

– 1 –

Per prima cosa versa i semi in una padella antiaderente e mettili sul fuoco a tostare. I semini saranno pronti quando li sentirai scoppiettare.

– 2 –

A questo punto trasferiscili ancora caldi nel bicchiere del frullatore ad immersione ed aggiungi l’olio. Inizia a frullare a bassa velocità con l’intermittenza.

– 3 –

Quando i semi di sesamo si saranno trasformati in una sorta di pasta, aumenta la velocità del frullatore ad immersione e continua a frullare in modo da ottenere una crema omogenea.

– 4 –

Trasferisci il tahin in un vasetto di vetro pulito e conservalo in frigorifero.

oi0000501292983325.jpg

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...