Cibo · Di stagione è sempre meglio · Estate · Ricette · Secondi piatti e Piatti unici

Melanzane ripiene, ovvero sognando la Grecia in una mattina di fine estate

La cucina greca è forse una delle più simili alla nostra, sebbene rappresenti anche un grandissimo punto di incontro fra l’Occidente ed il Medio Oriente. E’ una cucina ricca, corposa, appagante, coloratissima, talvolta molto fresca, in cui i piatti hanno la meravigliosa capacità di stupire sempre.

church-2020258_640

Gli ingredienti sono quelli tipici del Mediterraneo

Largo quindi a erbe aromatiche e spezie, olive, cereali, carne e formaggi che possono essere facilmente sostituiti dai legumi e dalle numerose alternative vegetali, un sacco di verdure, il tutto insaporito da generose dosi di aglio e olio d’oliva. A completare il tutto ci sono poi i dessert, aromatici, ricchi di miele e frutta secca.

Purtroppo la cucina greca ha anche la caratteristica di essere decisamente sostanziosa, difficile da affrontare per chi vuole mantenere uno stile di vita sano o per chi, come me, ingrassa pure con l’aria.

Ecco allora che, complice la super produzione di melanzane dell’orto di questi giorni, scorro sognante le ricette della classica mussaka. Questo sontuoso piatto altro non è se non uno sformato di patate e melanzane fritte, ragù (nell’originale sarebbe di carne, ma perché non farlo veg?), formaggio e besciamella… Hai già l’acquolina? Ti capisco, ma sì, un modo per renderlo più amichevole per la linea e la salute c’è.

Non sarà uno sformato, perché, no non è una mussaka vera… Ma un sogno, il mio, a base di melanzane a fine estate!

eggplant-3590866_640

Ingredienti per 2 persone affamate

  • 2 melanzane di medie dimensioni

Per il ragù di lenticchie

  • 60 g di lenticchie secche (peso a crudo)
  • 1/2 cipolla dorata
  • 1 tazza di passata di pomodoro
  • 2 tazze di acqua
  • 1 cucchiaino di semi di cumino
  • 1 foglia di alloro
  • 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Per la copertura di patate

  • 200 g di patate a pasta gialla
  • 1/2 vasetto (circa 70 g) di yogurt di soia al naturale
  • 2 cucchiai di panna di riso
  • 2 cucchini di lievito alimentare a scaglie
  • 1/2 cucchiaino di aglio essiccato in polvere
  • 1 pizzico di sale

Per l’olio aromatico

  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1/2 spicchio d’aglio tritato molto finemente (100% opzionale)
  • erbe aromatiche miste tritate (io ho utilizzato salvia, rosmarino e menta)

Preparazione

– 1 –

Non spaventarti per l’elenco di ingredienti. La preparazione è, come sempre, più semplice di quanto si possa immaginare, perché vorrei ricordarti che io in primis sono una casalinga decisamente pigra. 😉

– 2 –

Per prima cosa lava con cura le melanzane e dividile a metà nel senso della lunghezza. Incidi la polpa con un coltellino affilato. Disponi quindi le melanzane tagliate a metà in una padella antiaderente con il lato della polpa rivolto verso il fondo. Copri la padella con un coperchio e lascia cuocere le melanzane a fiamma media per 20 minuti, senza mai scoperchiarle o girarle.

– 3 –

Nel frattempo, occupiamoci del ragù di lenticchie. Trita finemente la cipolla dopo averla sbucciata e lavata. Mettila in pentolino dal fondo spesso ed aggiungi i semi di cumino, la foglia di alloro e l’olio extravergine di oliva. Falla soffriggere a fuoco basso finché non si sarà ammorbidita.

– 4 –

Aggiungi quindi le lenticchie precedentemente selezionate (occhio ai sassolini!) e sciacquate sotto l’acqua corrente. Versa nel pentolino anche la passata di pomodoro e l’acqua, aggiusta di sale e pepe. Lascia sobbollire il ragù di lenticchie finché queste non saranno diventate morbide. Se dovesse essere necessario, aggiungi altra acqua poco per volta.

– 5 –

Intanto che le melanzane cuociono ed il sugo di lenticchie bolle, lessa le patate precedentemente sbucciate e tagliate a piccoli pezzi (in genere non le preparo così, ma in questo caso si risparmia tempo).

– 6 –

Togli le melanzane dalla padella e lasciale intiepidire su di un tagliere. Quando sarà possibile lavorarle, estrai la polpa aiutandoti con un cucchiaino facendo attenzione a non rompere la buccia esterna.

– 7 –

Capovolgi le melanzane scavate in modo che perdano parte del liquido di vegetazione e tienile da parte. Nel frattempo trita la polpa ed aggiungila al sugo di lenticchie, completandone la cottura. Una volta pronto, lascia intiepidire il ragù.

– 8 –

Quando saranno cotte, scola le patate e mettile in una ciotola. Schiacciale con una forchetta e aggiungi tutti gli altri ingredienti della copertura. Mescola il tutto in modo che sia perfettamente amalgamato.

– 9 –

Rivesti una teglia di carta forno e disponi al suo interno le melanzane. Farciscile con il sugo di lenticchie e ricopri ciascuna di esse con una generosa cucchiaiata di patate. Mettile quindi in forno a 240°C e lasciale giusto il tempo necessario affinché le patate diventino dorate; se disponibile, utilizza il grill.

– 10 –

Togli le melanzane dal forno e lasciale intiepidire. Nel frattempo mescola in un pentolino l’olio, l’aglio e le erbe aromatiche. Porta sul fuoco e spegni non appena sentirai sprigionarsi il profumo delle erbe (è questione di pochissimi istanti). Completa quindi le melanzane con questo condimento e servi!

Questo piatto può essere comodamente preparato in anticipo e conservato in frigorifero per due o tre giorni al massimo. Poco prima di servirlo, basterà completare la gratinatura in forno e condire con l’olio aromatico preparato al momento.

Scopri i valori nutrizionali dettagliati di questa ricetta su Oreegano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...