Cosmetici · Estate · Fatti con le vostre mani · Fitoterapia ed altri rimedi · Floriterapia · Life-style · Rimedi · Tendenze

Spray Dopo Sole Corpo&Capelli – Idratante e Lenitivo

Non sono mai stata una grande amante della tintarella e, anzi, tendo a fare sfoggio con orgoglio della mia pelle estremamente chiara. Certo, anch’io vado in spiaggia, ma ho la tendenza a riservarmi anche in questo caso coccole ed attenzioni molto speciali. Ecco perché! 😉

Summer fun

A prescindere dalla tonalità della nostra pelle, i tre must dell’esposizione al sole sono proteggere, idratare e lenire.

1. Proteggere

Come vi avevo già parlato in modo approfondito nel post sull’Elioterapia (lo potete leggere cliccando qui), i raggi solari sono costituiti da raggi infrarossi (IR), luce visibile e raggi ultravioletti (UV).

  • I raggi IR hanno bassa energia ed apportano calore;
  • I raggi visibili sono quelli che “colorano” il mondo e sono indispensabili alle piante per la fotosintesi;
  • I raggi UV hanno alta energia e si suddividono in tre sottocategorie: UVA, UVB ed UVC. I raggi UVC non raggiungono la Terra grazie allo strato di ozono che la protegge, mentre i raggi UVB sono molto importanti perché stimolano la nostra pelle a produrre la vitamina D, fondamentale per il benessere delle ossa e del sistema immunitario. Un’eccessiva e scorretta esposizione ai raggi UVB ed UVA è però molto pericolosa.

I rischi sono diversi: si passa dalle reazioni di sensibilizzazione, come l’eritema solare, alle “scottature“, vere e proprie ustioni che possono essere lievi ed interessare solamente la parte superficiale della pelle in modo circoscritto, ma che possono rivelarsi anche molto estese e profonde. Quando poi l’abitudine di esporsi al sole senza protezione _o proteggendo la pelle in modo scorretto_ è reiterata nel tempo, si va incontro ad invecchiamento precoce ed il rischio di sviluppare alcuni tipi di tumore aumenta in modo significativo.

Il Codice europeo contro il cancro, che Alessia ed io seguiamo per la realizzazione dei nostri piatti, è molto chiaro anche per quanto riguarda la tintarella ed invita caldamente a controllare l’esposizione solare, ad utilizzare adeguate protezioni e ad evitare i lettini solari.

Potete consultare la sezione dedicata sul sito del Codice europeo contro il cancro qui.

Queste stesse indicazioni valgono a maggior ragione per quelle persone che svolgono lavori all’aperto e che sono costrette a lunghe e faticose giornate sotto i raggi del sole tutto l’anno, ma anche per gli sportivi (ciclisti, runner ecc.). Per queste persone la protezione dai raggi solari e la successiva cura della pelle diventano di vitale importanza.

Per quanto riguarda i prodotti da applicare quando ci si espone al sole, non sono per la realizzazione di lozioni e creme “fai da te”, questo perché sono prodotti estremamente particolari, in cui la scelta ed il dosaggio degli ingredienti devono essere accurati e testati. Il rischio di esporsi con un prodotto inefficace o, peggio, pericoloso è dietro l’angolo, per cui meglio evitare. In compenso esistono tantissime ditte che producono ottime protezioni solari efficaci, sicure, tutte ecologiche e cruelty free!

Tanning

Anche l’applicazione di questi prodotti deve essere attenta: la scelta del fattore di protezione deve essere adeguata al tipo di pelle e l’applicazione deve essere costante per tutta la giornata.

No, non vale spalmarsi un po’ di crema la mattina e poi scorrazzare in spiaggia fino a sera!

2. Idratare

L’esposizione costante ai raggi solari tende a rendere la pelle spenta, secca ed anaelastica poiché i raggi solari danneggiano il collagene (l’impalcatura della nostra cute) e stimolano la pelle ad aumentare lo spessore dello strato corneo, lo strato esterno protettivo, formato da cellule morte, cheratina e ceramidi. Questi effetti negativi peggiorano ulteriormente se entrano in gioco il vento, la sabbia e la salsedine delle spiagge, ma valgono anche se avremo intenzione di trascorrere le nostre vacanze fra le montagne, sulle rive di un incantevole lago o passeggiando per le vie di una grande città.

Mantenere la pelle idratata ed elastica è quindi fondamentale e per questo ci vengono incontro meravigliosi oli e burri. Nel periodo estivo amo particolarmente l’olio di cocco, poiché se di buona qualità racchiude al suo interno la capacità di rendere splendida anche la pelle più bisognosa di cure. La sua speciale composizione in acidi grassi nobili si fonde in profondità con la pelle, lasciandola piacevolmente morbida e non unta.

food-3062139_640

Certo, applicare un olio in estate può essere comunque molto seccante, ma avete mai provato sulla pelle bagnata? Subito dopo la doccia, basterà massaggiare l’olio e poi asciugarsi come di consueto. Vi servirà un attimo ed il risultato sarà delizioso: la pelle apparirà subito soffice, ma non ci sarà alcun fastidioso residuo.

L’olio di cocco è poi miracoloso anche per i capelli. Le ragazze dai fantastici capelli afro spesso lo usano proprio per mantenerli idratati e per rendere perfetti i loro ricci. Qualche goccia da applicare a capello umido solo sulle lunghezze e sulle punte oppure come impacco pre-lavaggio renderà la chioma splendida anche se esposta al più caldo dei venti e alla salsedine.

Un altro ingrediente assolutamente irrinunciabile è l’olio di mandorle dolci, la cosa più elasticizzante che esista in natura! ❤

almond-3523569_640

Unito in piccola quantità all’olio di cocco, ne potenzia l’effetto lenitivo, specialmente sulla pelle scottata, in più cura e previene in modo significativo gli effetti negativi dell’esposizione al sole sia sulla cute che sui capelli.

3. Lenire

Quando sento parlare di “abbronzatura sana” alle volte sorrido un po’ perché la produzione della melanina (il pigmento che rende più scura la nostra pelle) è in realtà un meccanismo di difesa che il nostro corpo mette in atto nei confronti dei raggi UV. Questi raggi, che come detto hanno alta energia, quando raggiungono la nostra cute provocano la formazione di radicali liberi e danno luogo ad una serie di alterazioni nocive per le sue strutture cellulari profonde. Il nostro corpo, macchina perfetta, avverte la presenza di questi agenti pericolosi e subito stimola i melanociti a sintetizzare e a disperdere nell’ambiente extracellulare la melanina. Questa sostanza, di colore scuro, serve a limitare il passaggio dei raggi UV e ci protegge riducendone gli effetti negativi.

Circa 30 – 40 minuti di esposizione ai raggi solari al giorno è un tempo sufficiente e necessario tutti i giorni dell’anno, non solo in estate, proprio perché la luce solare offre tantissimi benefici. Il grosso guaio è che in genere passiamo i mesi freddi interamente al chiuso, fra scuole, luoghi di lavoro e case, per poi concentrare le nostre esposizioni durante i mesi estivi in modo eccessivo e scorretto.

Per questo motivo, dopo le lunghe giornate all’aria aperta è essenziale utilizzare dei prodotti ricchi antiossidanti, come ad esempio la vitamina E, la quale ha la capacità di integrarsi con la pelle e di contrastare l’azione dei radicali liberi che i raggi UV hanno prodotto.

butterfly-3533205_640.jpg

Ad accompagnarla dovrebbero esserci dei componenti lenitivi, utili a sfiammare la pelle arrossata. Quelli che per esperienza mi hanno dato i risultati migliori sono l’estratto di calendula, quello di camomilla e quello di aloe vera.

Spray Dopo Sole Corpo&Capelli, la ricetta!

– Per 150 ml di Dopo Sole occorrono –

  • 120 ml di olio di cocco di buona qualità
  • 60 gocce (circa 2 ml) di oleolito di calendula
  • 60 gocce di oleolito di camomomilla 
  • 60 gocce di oleolito di aloe vera
  • 3 g di vitamina E 
  • 10 gtt di olio essenziale di ylang ylang (opzionale)
  • 10 gtt di fragranza alla vaniglia (opzionale)
  • olio di mandorle dolci, q.b. a 150 ml

Ho acquistato tutti gli ingredienti per realizzare questa preparazione su Flowertales, sito di e-commerce tutto italiano che tratta materie prime cosmetiche biologiche, sostenibili e di altissima qualità. Date un’occhiata! 😉

– Preparazione –

In un contenitore graduato pesa la vitamina E, quindi aggiungi l’olio di cocco fino ad arrivare a 120 ml.

Aggiungi quindi gli estratti vegetali di calendula, camomilla ed aloe uno per volta. Se lo gradisci, aggiungi anche le essenze o le fragranze che preferisci. Quella di ylang ylang dona un profumo delizioso ed è perfetta per lenire le pelli stanche e stressate. Ha inoltre il vantaggio di essere completamente atossica.

Ricorda di evitare assolutamente tutte le essenze provenienti dagli agrumi (arancio dolce e amaro, mandarino, pompelmo, bergamotto e limone) perché contengono bergaptene, una sostanza che può rendere la pelle estremamente sensibile ai raggi del sole fino a 24 ore dopo l’applicazione. Fai molta attenzione agli oli essenziali anche se sei in gravidanza o allattamento.

Mescola la preparazione con cura fino a che la vitamina E non sarà completamente sciolta (te ne accorgerai senza problemi perché è semiliquida e dal colore ambrato). Aggiungi quindi olio di mandorle dolci fino ad arrivare a 150 ml.

Mescola di nuovo accuratamente e trasferisci la tua pozione in un contenitore, possibilmente dotato di erogatore spray e opaco. Puoi applicare la lozione dopo sole su corpo e capelli sia asciutti che bagnati in ogni momento della giornata.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...