Dolci · Estate · Primavera · Ricette

Clafoutis di albicocche – Senza latte e uova

Nel bel mezzo della Francia, fra le colline del Massiccio Centrale, si estende la Limousin. Questa regione, caratterizzata dai grandi spazi e dalla natura incontaminata, è terra di agricoltura e di ceramiche (quelle di Limoges, famose in tutto il mondo e dalla storia antichissima). Pare anche che la Limousin vantasse le ciliegie più buone di Francia e proprio da questi golosi frutti uniti a pochi semplici ingredienti nasce il clafoutis, la merenda dei contadini francesi.

Nella ricetta originale le ciliegie vengono inserite intere in una pastella semplice, fatta di latte, uova, farina e zucchero. Il risultato è un dolce così morbido, profumato e sofisticato da diventare uno dei dessert più richiesti nei bistrot parigini.

Da questa preparazione sono poi nate infinite varianti dolci realizzati con altri tipi di frutta come le pere, le prugne, le pesche oppure con cioccolato e frutta secca. Esistono però anche interessanti varianti salate del classico clafoutis, a base di formaggio e verdure come gli spinaci, il cavolfiore o i funghi.

Pensando anche a chi uova e latte li deve proprio evitare, vi propongo la mia ricetta personale del clafoutis. Ho deciso di prepararlo con le albicocche, per noi ormai le ultime della stagione, ed impreziosirlo con i pinoli e i fiori di lavanda.

Mentre vi scrivo, approfittando della giornata fresca, ce n’è giusto uno che cuoce in forno ed il profumo che ha sparso per la casa è semplicemente impagabile. ❤ Spero tanto che la mia idea vi piaccia!

Ingredienti per 8 persone

  • 5 albicocche sode e non troppo mature
  • 50 g di zucchero di canna
  • 140 g di farina tipo 1
  • 200 g della bevanda vegetale che preferite (io ho usato quella di avena)
  • 4 cucchiai di fecola di patate
  • 50 g di yogurt di soia al naturale
  • 1 vaschetta di polpa di mele da 100 g oppure mezza mela grattugiata
  • la scorza grattugiata di mezzo limone
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 manciata di pinoli

Per la teglia:

  • 2 pizzichi abbondanti di zucchero di canna
  • 2 cucchiai di olio di semi di girasole

Opzionale, per decorare la torta:

  • 1 cucchiaio di zucchero a velo
  • 1 pizzico di fiori di lavanda essiccati

Preparazione

– 1 –

Per prima cosa metti in una ciotola lo zucchero, la polpa di mela, l’amido e lo yogurt di soia. Aiutandoti con una frusta, monta gli ingredienti in modo da ottenere un composto omogeneo.

– 2 –

Aggiungi quindi la scorza di limone e la farina; mescola ancora in modo che non si formino grumi e aggiungi la curcuma, sempre mescolando.

– 3 –

Aggiungi quindi la bevanda vegetale precedentemente lasciata a temperatura ambiente e mescola ancora in modo da ottenere una pastella omogenea. Lascia quindi riposare il composto.

– 4 –

Nel frattempo riscalda il forno a 160°C in modalità ventilato. Ungi con l’olio di semi una pirofila e cospargine il fondo e i lati con poco zucchero di canna. Taglia le albicocche in 4 parti e disponi le fette a raggiera sul fondo della teglia.

– 5 –

Versa la pastella nella pirofila in modo che venga distribuita in modo omogeneo, distribuisci i pinoli sulla superficie e cuoci in forno per 40 – 45 minuti. Trascorso questo tempo, estrai il clafoutis dal forno e lascialo intiepidire prima di servirlo.

Se non hai la possibilità di cuocere con il forno ventilato, puoi tranquillamente utilizzare quello statico, portandolo a 180°C per 50 – 55 minuti.

– 6 –

Se vuoi, puoi completare il dolce con una spolverata di zucchero a velo e qualche fiore di lavanda essiccato. Ricordati però di non esagerare con i fiori! Il loro profumo è molto intenso e mettendone troppi rischi di rovinare il risultato finale.

Scopri i valori nutrizionali della ricetta sul nostro profilo Oreegano!

4 risposte a "Clafoutis di albicocche – Senza latte e uova"

  1. Ciao! bellissimo post e idea bellissima, da provare subito subito.
    Solo una domanda: una volta sfornata la torta deve essere capovolta?
    Perchè dalla spiegazione le albicocche mi sembrano sul fondo, ma dalla foto mi sembrano sopra … uhm…fammi sapere! 😉 grazie! ciao ciao

    Mi piace

    1. Ciao! Grazie mille, sono davvero felice che questa idea ti piaccia! ❤ La torta va assolutamente lasciata nella pirofila. Le albicocche sono appoggiate sul fondo e vengono poi ricoperte dalla pastella; "riemergono" quando il dolce è cotto. 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...