Alimentazione funzionale · Cibo · Preparazioni base · Trucchi di Autoproduzione

Il burro di arachidi fatto in casa, la ricetta perfetta

Quante volte in film, serie televisive e cartoni americani abbiamo visto la mamma spalmare di “burro di noccioline” il pane tostato? Non so a voi, ma a me fin da piccola questo strano prodotto ha sempre destato non poca curiosità.

kid-995405_640

Fino a qualche tempo fa, il burro di arachidi in Italia era praticamente introvabile mentre negli ultimi tempi, complice il boom di Instagram e la promozione di uno stile di vita vegetariano e più sano, ecco che questo ingrediente ha fatto la sua comparsa anche su larga scala.

Troviamo le versioni biologiche nei negozi di alimenti naturali e negli shop online specializzati, ma anche fra i “cibi etnici” dei supermercati più forniti esiste qualche referenza. In genere i prodotti bio sono i migliori che si possano acquistare perché privi di additivi, ma restano spesso prodotti molto costosi. Nei supermercati troviamo invece versioni più economiche, ma spesso addizionate di olio di palma (e quindi di grassi saturi di scarsa qualità), assieme a sale, zucchero ed altri additivi.

In realtà preparare il burro di arachidi casalingo è molto semplice ed economico, occorre pochissimo lavoro ed il risultato è davvero goloso e nutriente! E sì, una volta provato, capirete anche perché nei USA ci vanno pazzi!

E’ stata la mia amica Lorena ad illuminarmi sul procedimento per preparare in modo facile un ottimo burro di arachidi casalingo; io mi sono limitata solamente a seguire i suggerimenti delle blogger americane (decisamente esperte in materia) e dare quello sprint in più, senza mettere nei guai la nostra salute.

Ingredienti per un vasetto da circa 400 g

330 g di arachidi al naturale (peso dei semi sgusciati)
120 ml di olio di semi arachidi di buona qualità
1 pizzico di sale integrale (opzionale)
1 cucchiaino di sciroppo d’agave (opzionale)

Preparazione

Per prima cosa trasferisci le arachidi in una padella antiaderente ben calda, senza aggiungere nessun altro ingrediente. Mantieni la fiamma media e mescola le arachidi spesso, in modo che non brucino.

Quando inizierai a sentire un goloso profumo di noccioline tostate, è il momento di spegnere la fiamma e trasferire le arachidi ancora calde nel mixer. Inizia quindi a frullare ad intermittenza.

Se preferisci il burro di arachidi in versione “crunchy”, cioè con qualche pezzetto di arachide all’interno, tieni mezza tazza da parte quando saranno sminuzzate.

A questo punto aggiungi il sale, lo sciroppo d’agave e l’olio. Inizia a frullare alla massima velocità finché non vedrai formarsi a poco a poco un composto di consistenza cremosa.

Se hai tenuto da parte le arachidi, questo è il momento di aggiungerle al burro! Versale quindi nel mixer ed aziona ancora due o tre volte l’intermittenza, in modo da amalgamare gli ingredienti.

Trasferisci quindi il burro di arachidi in un vasetto di vetro ben pulito e conservalo chiuso in frigorifero per 4 settimane, ma ti assicuro che finirà molto prima!

Oltre che spalmato sul pane come golosa e nutriente colazione o come spuntino, potrete aggiungere il burro di arachidi fatto in casa nei frullati e nelle salse. Potrete usarlo per arricchire i vostri gelati, per preparare golose torte, biscotti, barrette… E tanto altro ancora.

Un’alternativa al burro golosa, ricca e sana

La porzione giornaliera corretta di burro di arachidi è di circa 10 g al giorno, pari più o meno ad un cucchiaio da tavola raso. Questo prodotto, infatti, è certamente molto interessante dal punto di vista nutrizionale, ma resta comunque un alimento molto calorico, che va consumato con una certa attenzione.

Una porzione di burro di arachidi contiente circa 72 kcal, più o meno le stesse di 10 g di burro vaccino e circa 10 di meno rispetto all’olio di oliva. A differenza dei suoi concorrenti, però, osserviamo nel burro di arachidi una ripartizione molto differente e davvero interessante.

Nel burro di arachidi abbiamo circa il 64% di grassi, contro l’80% del burro, e solo una minima parte di essi sono saturi (quelli più dannosi per il nostro organismo); il burro di arachidi vanta invece un’ottimo apporto di grassi polinsaturi e monoinsaturi, quelli da preferire poiché non dannosi per l’apparato cardio – circolatorio, ma anzi protettivi, ed estremamente utili nel rendere le reazioni metaboliche del nostro corpo particolarmente efficienti. E’ inoltre totalmente assente in colesterolo, presente invece nel burro per più del 20%.

Essendo derivato da un legume, troviamo poi un interessante contenuto di proteine (il 21%), mentre gli zuccheri sono praticamente assenti. Ecco quindi che questo prodotto può diventare estremamente utile per dare energia e nutrimento nelle persone che devono assumere quantità di carboidrati limitate nel corso della giornata, ma anche per gli sportivi e per aumentare la quota proteica giornaliera in chi segue una dieta vegetariana. La combinazione di grassi e proteine rende poi questo alimento estremamente saziante, motivo per cui può essere un interessante alleato della nostra colazione.

A completare il quadro nutrizionale, troviamo poi un buon apporto di minerali, in particolare rame, ferro, potassio, fosforo e magnesio. Fra le vitamine, abbiamo invece buone quantità di vitamina E, antiossidante e protettiva.

Come sempre, potrete trovare i valori nutrizionali completi della ricetta sul nostro profilo Oreegano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...