Cibo · Cucina vegetale · Di stagione è sempre meglio · Primavera

Insalata di Pasta a Tutto Verde

Caldo da record dalle mie parti in questi giorni e la voglia di cibi di stagione e piatti freschi è sempre più forte. Largo quindi alle insalate di cereali, di verdure, di frutta e… Di pasta, naturalmente!

In questa ricetta ho voluto mixare i sapori più tipici della primavera, in un piatto fatto di tante consistenze diverse, dove le sfumature di verde predominano: ecco quindi il verde brillante delle fave fresche, quello venato di viola delle punte di asparagi e quello più intenso del pesto a crudo di agretti.

Il risultato è un piatto sapido e croccante, ottimo tiepido, ricco delle proteine e dei minerali che ci supportano in questa meravigliosa stagione di passaggio.

Ingredienti per 2 persone affamate

1 tazza (circa 150 g) di fave fresche già sgranate e private del tegumento esterno, le ho ricavate da 500 g di fave acquistate dal fruttivendolo con il baccello
10 asparagi (circa 150 g) già lavati e privati della parte più dura
70 g di agretti
2 cucchiai di yogurt bianco naturale, potete tranquillamente optare per quello di soia che si acquista al supermecato, io ho utilizzato quello a base di latte di soia e anacardi che preparo in casa seguendo questa ricetta
 180 g di pasta corta integrale, per questa ricetta ho scelto le penne del Pastificio Andalini, fra i più conosciuti e rinomati della mia zona
10 olive taggiasche
2 cucchiai di olio e.v.o.
8 steli di erba cipollina tritata + altra per la decorazione
1/2 spicchio d’aglio
1 foglia di alloro
sale e pepe q.b.

img_20180426_173142915164993.jpg

Preparazione

Per prima cosa mettiamo a bollire l’acqua per la pasta. Nel frattempo in una padella uniamo le fave e le punte di asparagi tagliate a rondelle. Condiamo con un cucchiaio di olio, sale, pepe, la foglia di alloro ed aggiungiamo 5 di cucchiai di acqua. Portiamo quindi la padella sul fuoco, mescoliamo velocemente e copriamo le verdure con un coperchio. Cuociamole mescolando di tanto in tanto per 5 – 8 minuti al massimo.

Nel frattempo prepariamo il pesto agli agretti riunendo nel mixer gli agretti puliti, lo yogurt, il secondo cucchiaio di olio e.v.o., l’aglio e l’erba cipollina tritata. Se la salsa dovesse risultare troppo densa, basta aggiungere un cucchiaio o due di acqua di cottura della pasta.

Quando l’acqua sarà giunta a bollore, saliamola e buttiamo la pasta. Cuciamola al dente e scoliamola, bloccando la cottura sciacquandola sotto il getto dell’acqua fredda.

In una zuppiera riuniamo quindi la pasta e condiamola immediatamente con il pesto. A questo punto aggiungiamo le verdure cotte e le olive taggiasche, tenendone da parte un po’ per la guarnizione finale. Completiamo quindi il piatto con le rimanenti olive, le verdure e poca erba cipollina tagliata finemente.

 

Dal punto di vista nutrizionale… Un concentrato di minerali ed energia!

Con le sue 530 kcal per porzione, questo piatto ricopre perfettamente circa un quarto del fabbisogno nutrizionale medio. Avendo all’interno il giusto mix di cereali integrali, legumi, verdure e grassi buoni si presta per essere il piatto unico per eccellenza, adatto alla stagione calda e alle giornate più impegnative.

Coprono un quinto del fabbisogno giornaliero le fibre ed i grassi, principalmente mono e polinsaturi, che conservano integra la loro struttura chimica poiché utilizzate in parte a crudo. Mentre la vera sorpresa sono le proteine, ben il 44% del fabbisogno giornaliero medio! Questa importante combinazione fra proteine e fibre presenta due vantaggi straordinari: il primo è quello di abbassare l’impatto sulla glicemia della pasta ed il secondo di mantenerci sazi a lungo.

Sbalorditivo è infine l’apporto di minerali, in particolare ferro, potassio, magnesio e selenio. Importante è tenere però sotto controllo il sodio: una porzione di pasta ne conta infatti ben il 44% del fabbisogno giornaliero, per via degli agretti, particolarmente sapidi. Per ovviare a questo inconveniente, ricordatevi di bere molta acqua naturale nel corso della giornata, ma anche di gestire con attenzione il sale durante gli altri pasti.

Come sempre, trovate i valori nutrizionali completi della ricetta sul nostro profilo Oreegano!

Una nota importante è poi da fare sugli ingredienti: la presenza degli asparagi, sebbene ricchissimi di proprietà, rende la ricetta inadatta a chi soffre di problemi renali, iperuricemia e gotta. Le fave, fra i legumi in assoluto meno calorici e meraviglioso ingrediente di stagione, sono assolutamente vietate per le persone affette da favismo, per le quali il consumo può avere conseguenze molto gravi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...