Cibo · Pane e lievitati · Primavera · Ricette · Secondi piatti e Piatti unici

Torta salata al tarassaco e crema di mandorle

Una delle cose più belle della mia nuova vita in campagna è il risveglio della primavera in ogni cosa qui attorno: luce, fiori, insetti… Ma anche orto e giardino: le prime erbe spontanee crescono rigogliose e fresche, così belle che raccoglierle è una tentazione fortissima.

Come vi avevo anticipato su Instagram qualche giorno fa, questa settimana è stato il turno del mio adorato tarassaco, un pianta stupenda, ricca di proprietà benefiche, buonissima e versatile! Provatelo in insalata o lessato nella piadina per credere. 😉

img_20180321_1629411525600719.jpg

Se volete scoprire tutte le proprietà del tarassaco, come riconoscerlo e raccoglierlo date un’occhiata a questo post!

Visto l’enorme raccolto, l’idea è stata subito una: farcire una deliziosa e ricca torta salata, perfetta per la Pasqua o per i pic-nic di primavera. La ricetta è sempre tutta vegetale, quindi adatta a tutti, sana e davvero davvero buona!

Ecco a voi tutte le dosi, il procedimento e i trucchi per un risultato goloso e perfetto. Essendo una ricetta tradizionale, c’è un pochino di lavoro da sbrigare, ma molti passaggi possono essere realizzati in anticipo e la torta stessa è buonissima anche tiepida o fredda.

Ingredienti per 8 persone

Per il ripieno

500 g di foglie di tarassaco
500 g di spinaci
6 foglie di salvia
2 cucchiai di amido di mais
sale

Per la crema di mandorle

100 g di mandorle lasciate in ammollo per almeno 8 ore
4 cucchiai di semi di canapa
1/2 limone spremuto
1/2 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di lievito alimentare
1/2 bicchiere d’acqua

Per la pasta

300 g di farina tipo 1
4 cucchiai di olio di semi di girasole di buona qualità
150 ml di acqua tiepida (la quantità è indicativa e dipende dal grado di umidità della farina)
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito per ricette salate (potete trovare la ricetta per prepararlo in casa qui)

Procedimento

Step 1. Prepariamo le verdure

Mettiamo le nostre verdure, precedentemente pulite con la massima cura, in una pentola sufficientemente capiente, copriamole con l’acqua, aggiungiamo un pizzico di sale e lessiamole. Essendo freschissime questo passaggio sarà piuttosto veloce, in genere 15 – 20 minuti di cottura sono più che sufficienti.

Una volta pronte, scoliamole, versiamole in una ciotola abbastanza capiente e lasciamole raffreddare.

Step 2. Prepariamo la crema di mandorle

Nel frattempo mettiamo nel mixer le mandorle precedentemente ammollate e scolate, i semi di canapa, il succo di limone, il sale, il lievito alimentare a scaglie e l’acqua. Frulliamo quindi alla massima velocità fino ad ottenere un composto leggermente granuloso ed omogeneo. Raccogliamolo quindi in un contenitore, copriamolo e lasciamolo riposare in firgorifero per almeno 30 minuti in modo che tutti i sapori siano ben amalgamati.

Step 3. Occupiamoci della pasta

Nel frattempo prepariamo la pasta: sulla spianatoia riuniamo la farina tipo 1 a fontana, pratichiamo al centro il classico foro e mettiamo all’interno il sale, il lievito e l’olio. Aggiungiamo quindi poco per volta l’acqua ed iniziamo ad amalgamare tutti gli ingredienti.

img_20180322_1426261273191569.jpg

Impastiamo con cura sino ad ottenere un bel panetto omogeneo che andremo ad avvolgere nella pellicola trasparente e conserveremo in frigorifero per almeno 30 minuti. In questo lasso di tempo, il lievito farà il suo compito e creerà tante bollicine nell’impasto che lo renderanno sofficissimo una volta che lo andremo a lavorare.

Step 5. Occupiamoci del ripieno

Riprendiamo quindi le nostre verdure precedentemente lessate e strizziamole bene, mettiamole quindi nel boccale del mixer assieme alla salvia, alla crema di mandorle e aggiungiamo un pizzico di sale. Frulliamo il tutto alla massima velocità fino ad ottenere un composto omogeneno in cui le verdure saranno perfettamente sminuzzate. Versiamo quindi il composto ottenuto in una ciotola ed aggiungiamo l’amido, mescolando molto velocemente.

Step 6. Prepariamo la torta!

Recuperiamo dal frigo il nostro panetto di pasta e teniamone da parte circa 1/4, che ci servirà per le decorazioni. Stendiamo quindi la rimanente pasta senza rilavorarla in modo da ottenere un disco di circa 30 cm di diametro.

img_20180323_121314187799209.jpg

Trasferiamolo quindi in una tortiera da 26 cm di diametro precedentemente rivestita di carta da forno. Facciamolo aderire perfettamente alle pareti e bucherelliamo il fondo con una forchetta. Stendiamo quindi il nostro ripieno e decoriamo la nostra torta come più ci piace!

Step 7. Cuociamo la torta

Mentre ci divertiamo con le decorazioni, scaldiamo il forno a 220°C in modalità statico. Spennelliamo quindi la superficie della torta con acqua in modo che le decorazioni più piccole non brucino ed inforniamo per 30 minuti.

Lasciamo intiepidire la torta salata prima di servirla!

Vi lascio qui il link del nostro profilo Oreegano per le tabelle e le caratteristiche nutrizionali della ricetta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...