Estate · Ricette · Secondi piatti e Piatti unici

Pomodori verdi fritti a casa Rainbow

Magari non ci facciamo troppo caso, ma cinema e tv sono stracolmi di piatti che caratterizzano scene e peronaggi o che addirittura danno il titolo a film anche molto famosi! Ma…Le ricette???

Era un’idea che avevo in mente da parecchio quella di pensare e rivisitare le ricette dei film in chiave veg… E devo dire che con immensa soddisfazione io, Eliana e Stefania ci siamo divertite a raccoglierne un bel po’ in questi giorni!

Dopo il grande successo nelle sale e sui nostri social, CIACK!

Pomodori verdi fritti a casa Rainbow

Un film splendido, Pomodori verdi fritti alla fermata del treno è di quelli da guardare con i fazzolettini di carta a portata di mano. Ambientato nel Sud degli Stati Uniti fra gli anni ’30 ed i giorni nostri, in questo film amore, amicizia ed anticonformismo ruotano fra i ricordi di un’anziana e misteriosa signora e le vicende del Whistle Stop Café.

la-locandina-di-pomodori-verdi-fritti-alla-fermata-del-treno-9098

Il film è tratto dal celebre romanzo Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop, nelle cui pagine finali si trova la ricetta originale dei pomodori verdi fritti, uno dei piatti tipici del Sud, dove compaiono abbinati ad una salsa a base di latte.

Io ve li riproporrò in una strepitosa variante senza uova e senza latticini. Saranno perfetti come secondo piatto oppure come sostanzioso spuntino!
Ingredienti per 4 persone affamate
  • 4 pomodori da insalata, il più acerbi possibile
  • 6 cucchiai di farina di ceci
  • 3/4 di tazza di acqua a temperatura ambiente
  • 4 – 5 cucchiai di farina 0
  • 4 – 5 cucchiai di farina di mais (va benissimo anche quella per la polenta)
  • erba cipollina
  • sale e pepe
  • olio di mais per friggere
Procediemento

Per prima cosa tagliamo i nostri pomodori verdi trasversalmente in fette spesse circa mezzo centimetro, asciughiamole bene con un canovaccio pulito e teniamole da parte.

Prepariamo quindi la pastella mettendo in una ciotola la farina di ceci, il sale, il pepe e l’erba cipollina. Aggiungiamo poco per volta l’acqua e sbattiamo con una frusta, in modo da ottenere una crema omogenea, ma non troppo liquida.

Disponiamo in due piattini separati la farina 0 e la farina di mais ed iniziamo ad impanare le nostre fette di pomodoro: passiamole quindi prima nella farina 0, poi nella pastella di ceci ed infine in quella di mais, pressando un poco con le dita, in modo che aderisca bene.

Mettiamo a scaldare in una padella l’olio per friggere e controlliamo la temperatura con uno stecchino: se immergendolo si formeranno delle piccole bollicine, significa che l’olio sarà caldo al punto giusto! 😉

img_20171006_124338-1088322174.jpg

Immergiamo nell’olio caldo le fette di pomodoro, mettendone al massimo 3 – 4, in modo che la temperatura non scenda troppo e friggiamole da entrambi i lati per qualche minuto.

Scoliamo quindi i nostri pomodori verdi fritti e tamponiamoli con carta sa cucina o, meglio ancora, carta paglia per togliere l’eccesso di olio.

Potremo accompagnare i nostri pomodori verdi fritti con una versione light della salsa tartara, ottenuta emulsionando yogurt di soia al naturale con un cucchiaino di succo di limone ed un cucchiaino di olio d’oliva, aggiungendo alla fine un pizzico di sale e 1/2 spicchio di aglio tritato.

Una risposta a "Pomodori verdi fritti a casa Rainbow"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...