Trucchi di Autoproduzione

Coltiviamo a casa lo zenzero

Lo zenzero è uno di quegli ingredienti che davvero amo. In casa non manca mai e lo uso moltissimo, sia come insaporitore, sia come ingrediente di estratti e decotti.

Ho provato a coltivarlo a casa quasi per gioco qualche tempo fa, ma in realtà ho scoperto con piacere che è davvero semplice. In questo modo avremo una scorta quasi infinita, biologica ed economica.

Basta solo qualche accorgimento ed un po’ di pazienza!

Per prima cosa dobbiamo procurarci della radice di zenzero fresca. Io allo scopo uso quella che si acquista al supermercato. Basterà tagliarla ed utilizzarla in cucina avendo l’accortezza di preservarne un pezzetto da cui nascerà il germoglio. Come per le patate, anche le radici di zenzero sono dotati di “occhi”, piccolissime escrescenze da cui nascerà una nuova piantina. I primi tempi si potrebbe faru un po’ fatica a riconoscerli, ma a poco a poco si diventerà più esperti. 😉

La sera prima di piantare lo zenzero, mettiamo i pezzetti di radice in un barattolo di vetro ed immergiamoli nell’acqua. Conserviamoli chiusi in frigorifero fino al giorno dopo. In questo modo gli “occhi” saranno più evidenti (foto a destra) ed avremo idratato la radice a sufficienza da facilitare la germinazione.

Il giorno successivo piantiamo le nostre radici! Nei vasetti _vanno bene quelli di plastica dove in genere si acquistano i gerani_ mettiamo sul fondo una manciata di argilla espansa. Se volete, vi lascio il link su Amazon per acquistarla qui. Aggiungiamo quindi una quantità di terriccio sufficiente a riempire a metà i nostri vasetti. Appoggiamo quindi le radici di zenzero con il germoglio rivolto verso l’alto e copriamo con altro terriccio, lasciando libera una piccola parte di radice.

Ed ora curiamo le nostre piantine. Quella dello zenzero è una pianta molto delicata, che ha bisogno della giusta dose di cure. Essendo una pianta tropicale, necessita di un terreno costantemente umido: vaporizziamola regolarmente con uno spruzzino, evitando di bagnarlo troppo. Ha inoltre bisogno di calore, ma di una quantità di luce non eccessiva; posizioniamola quindi accanto ad una finestra evitando però che sia esposta alla luce diretta. Se abbiamo la fortuna di avere un balcone, come nel mio caso, posizioniamola al riparo approfittando del clima ancora mite. Quando le temperature si abbasseranno, posizioniamo i nostri vasetti in casa oppure procuriamoci una piccola serra.

A poco a poco vedremo la piantina crescere e svilupparsi, al punto che noteremo le radici sbucare fuori dal terreno. Ogni tanto potremo prelevarne qualche pezzetto, avendo cura di non danneggiare la piantina, ed utilizzarlo per le nostre preparazioni.

Quando le foglie si saranno seccate, la nostra piantina avrà completato il suo ciclo vitale, ma non la radice! Estraiamola con cura dal vasetto, puliamo la e conserviamola in un luogo fresco. Possiamo utilizzarla in tutte le nostre preparazioni e, se vorremo, potremo conservare di nuovo la parte con il germoglio per…Iniziare un nuovo ciclo!

Potrebbero interessarti anche…

Avocado     Coltivare in casa l’avocado: ecco come fare!

Germogli     Preparare in casa i germogli Pt. 1

Una risposta a "Coltiviamo a casa lo zenzero"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...