Conserve di frutta e verdura · Estate · Preparazioni base · Trucchi di Autoproduzione

Il sugo pronto? Lo facciamo noi!

Nuovi trucchetti di autoproduzione!

Questa è la volta del sugo pronto nel vasetto di vetro, del più classico dei classici, il sugo al basilico, quello che non può mancare mai sulle nostre tavole!

Negli ultimi tempi, grazie ad una maggiore attenzione per temi come l’alimentazione, la salute ed il benessere, ma anche per la maggiore sensibilità dei clienti alla qualità ed al budget, si sta osservando una tendenza generale a migliorare la composizione dei prodotti pronti.

Osservando però le etichette dei sughi delle principali marche restano degli aspetti migliorabili. Spesso compaiono ingredienti molto lavorati, come il concentrato di pomodoro _che non è dannoso per la nostra salute, sia chiaro_, ma è comunque un ingrediente impoverito, assieme ad additivi come lo zucchero, il sale in discrete quantità ed aromi naturali e non. Questi ingredienti, decisamente evitabili, in quantità eccessive diventano dannosi e rendono il sapore del prodotti finale troppo accattivante, con il rischio di mangiare troppo e male.

In realtà, come le nostre nonne insegnano, preparare i sughi pronti è veramente un gioco da ragazzi ed il risultato è garantito!

Avremo un prodotto davvero sano e buono, di cui possiamo scegliere la qualità degli ingredienti, che si potrà conservare tranquillamente in un luogo fresco o in frigorifero per diversi mesi. Potremo usare il nostro semplice sugo per…Tutto! Dalla pasta alle polpette, passando per la pizza. Basterà aprire il vasetto e scaldarne per pochi minuti il contenuto. Tenetevi il pomeriggio libero! 😉

Ingredienti per 8 vasetti da 350 g di sugo pomodoro e basilico

  • 3 Kg di pomodori maturi; vanno bene i ramati, i San Marzano o i ciliegini (quelli che ho usato io per preparare la salsa in foto)
  • 2 grosse cipolle gialle
  • 4 cucchiai di olio d’oliva extra vergine
  • una presa di sale
  • abbondante basilico essiccato
  • pepe
  • 8 vasetti in vetro ben puliti rigorosamente riciclati + i relativi tappi (se non siete certi della loro tenuta o se sono decisamente datati, comperateli nuovi!)
  • Facoltativi: un pizzico di aglio in polvere, origano in polvere, peperoncino, dado granulare

Se volete preparare più o meno sugo, basterà tenere conto delle proporzioni!

Procedimento

Per prima cosa mettiamo a bagno i pomodori e laviamoli con cura sotto l’acqua corrente. _Attenzione perché sono tanti!_ Dopo averli puliti alla perfezione, tagliamoli in pezzi di circa 1 cm per lato; se abbiamo scelto i ciliegini, tagliamoli a metà. Lasciamoli quindi da parte in una ciotola abbastanza capiente.

A parte sbucciamo, laviamo e tritiamo le cipolle gialle. Per questa operazione, non avendo molto tempo a disposizione, mi sono aiutata con il robot da cucina, ma nulla vieta di tritarle a coltello.

Procuriamoci quindi una pentola bella grande (di quelle dove cuocere la pasta quando si è in tanti), versiamo la cipolla e l’olio e portiamo sul fuoco medio. Mescoliamo di tanto in tanto e teniamo coperto, in questo modo la cipolla cuocerà alla perfezione e diventerà morbida, senza però dover aggiungere quantità eccessive di olio.

Quando la cipolla sarà ben dorata, versiamo i pomodori precedentemente tagliati a pezzi ed il sale. Mescoliamo con cura e copriamo; in pochi istanti dovrebbe fuoriuscire il liquido di vegetazione dei pomodori.

A questo punto aggiungiamo il basilico, il pepe e gli eventuali altri aromi che abbiamo scelto. Mescoliamo con cura e copriamo il sugo. Lasciamolo sobbollire a fiamma media mescolando di tanto in tanto per almeno un paio d’ore.

Trascorso questo tempo, spegniamo il fuoco e passiamo il nostro sugo con il frullatore ad immersione. In questo modo otterremo una polpa liscia e senza fastidiose pellicine, ma conserveremo comunque le benefiche fibre ed i portentosi antiossidanti contenuti nella buccia del pomodoro.

Riportiamo quindi la pentola sul fuoco, teniamo socchiuso il coperchio e facciamo bollire il nostro sugo per almeno 30 minuti o finché si sarà addensato a sufficienza.

A questo punto versiamo il sugo di pomodoro e basilico ancora bollente nei vasetti di vetro, chiudiamoli immediatamente con il coperchio e capovolgiamoli.
Versare il sugo caldo (ed i fluidi caldi in genere) nei vasetti di vetro richiede qualche accortezza perché il rischio di sporcarci o farci male è dietro l’angolo. Uno strumento che trovo utile in questi casi è l’imbuto specifico per le conserve, dalla bocca più larga rispetto a quelli classici; se vi interessa, vi lascio il link di Amazon qui.

Lasciamo quindi i nostri vasetti capovolti finché non si saranno perfettamente raffreddati. A questo punto possiamo rigirarli e controllare che si sia formato il vuoto premendo al centro del tappo.

Il nostro sugo si conserverà in frigorifero sigillato per almeno due mesi.
Prima di utilizzare il prodotto controllalte sempre che non si siano formate muffe o che il prodotto non abbia cambiato odore o aspetto. Se notate qualcosa di strano, gettate immediatamente il prodotto e non consumatelo.

 

 

 

2 risposte a "Il sugo pronto? Lo facciamo noi!"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...