Bellezza naturale · Cosmetici · La spesa Rainbow · Life-style

Il magico ritorno della saponetta!!!

La mamma di tutte le beauty routine è sicuramente…la Saponetta!

Come raccontato in questo articolo, il sapone solido così come lo conosciamo è un’invenzione recente, ma l’igiene personale ed il culto del corpo sono nozioni antiche quasi quanto l’uomo.

Se in passato la detersione era affidata a paste poco invitanti, ricavate dal sego ovino o bovino, mentre tavolette profumate, ricavate da olii e cenere erano prodotti elitari, nell’era moderna la saponetta ha perso fascino e considerazione a favore dei più rapidi e duttili saponi liquidi, bagnoschiuma, doccia-shampoo e chi più ne ha, ne metta!

50s

Il moltiplicarsi di detergenti specifici per ogni occasione d’uso non ha fatto altro che aumentare i bisogni indotti, ma allo stesso tempo si sono delineati tantissimi svantaggi, specialmente per l’ambiente.

Forse non ci pensiamo, ma i detergenti liquidi presentano tanti svantaggi
  1. La presenza di acqua nelle formulazioni, alla base di una consistenza liquida o cremosa, rende direttamente necessario l’impiego di sostanze conservanti (come i famigerati parabeni), sensibilizzanti per la pelle e potenzialmente tossici.
  2. La maggior parte dei tensioattivi utilizzati nei prodotti per la cura del corpo liquidi sono derivati del petrolio. Questi composti vengono scelti dalle aziende sia perché ad ora ritenuti inerti dal punto di vista chimico, sia per i loro costi, generalmente più bassi.
  3. I componenti chimici “innovativi” e sintetici presenti nelle formulazioni hanno in genere bisogno di un iter sperimentativo altamente regolato dalle normative vigenti nei vari Paesi. Queste sperimentazioni spesso comprendono test di laboratorio sugli animali.
  4. I prodotti liquidi hanno bisogno di contenitori per poter essere trasportati, esposti, conservati. Il materiale d’elezione per assolvere a questo compito è la plastica _economica, inerte ed infrangibile_ con tutte le ben note conseguenze che il suo utilizzo ha per l’ambiente.
  5. I prodotti liquidi sono più voluminosi e pesanti rispetto a quelli solidi; per questo motivo, a parità di prodotto, aumentano in modo notevole i costi di trasporto, senza contare le emissioni dei mezzi ed i consumi di carburante.
Tornare all’utilizzo della saponetta non è solo una scelta vintage-chic ma anche una scelta etica.

Scegliere la saponetta adatta alle nostre esigenze, non testata sugli animali, 100% vegetale contribuisce quindi a ridurre l’inquinamento delle acque, l’inquinamento dovuto alla plastica da imballaggi, lo sfruttamento animale in ambito cosmetico e l’applicazione di sostanze nocive sulla nostra pelle.

content-img

Fare questa scelta è più che facile!

Sono tantissimi i marchi di saponette 100% vegetali, bio e vegan friendly: solo per citare alcuni dei marchi più famosi ricordiamo i Provenzali, Winnie’s , Alkemimlla, Fiori di Loto, Weleda, White Castle…e molti molti molti altri! Spesso si tratta inoltre di prodotti di facile reperibilità e dai costi più che abbordabili.

Per non sbagliare, ecco in allegato l’elenco delle aziende 100% cruelty free aggiornato al 2017 da stampare e portare sempre in borsa! Pieghevole VIVO

E’ ora di “svecchiare” anche la nostra detersione: saponetta is the new sapone liquido!!!! ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...