Bevande e formaggi vegetali · Trucchi di Autoproduzione

Mandorle feta-style

Una delle sfide in cucina più appassionanti _almeno per me_ è quella di realizzare preparazioni vegetali che possano essere proposte come gustosa alternativa ai formaggi tradizionali, perchè diciamolo, il tofu al naturale non è un gran ché.

Ecco un’idea che trovo davvero ottima, non solo nell’ottica di una buona alimentazione secondo linee guida (per saperne di più clicca qui), ma anche per chi deve tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e grassi, per chi è intollerante al lattosio, per chi è vegetariano e cerca delle alternative alla soia, per chi non ama i formaggi e _perché no_ per tutti i curiosi: dalle mandorle non solo il latte, ma anche la feta!
Davvero saporita, è perfetta per essere tagliata a cubetti, sbriciolata, affettata, come accompagnamento a cereali, verdure e sfiziose insalate estive.

Mandorle feta-style

Ingredienti per due formelle di circa 125 g
  • 150 g di mandorle spellate
  • 1 vasetto di  yogurt di soia bianco (con fermenti lattici vivi)
  • 1 cucchiaio di sale marino integrale + 30 g per la salamoia
  • 1/2 cucchiaino di lievito alimentare a scaglie
  • due cucchiaini di succo di limone
  • 1 cucchiaino di agar agar
  • 50 ml di acqua + 300 ml per la salamoia
  • un pizzico di pazienza, dopotutto è pur sempre formaggio!
Procedimento

Per prima cosa lasciamo le mandorle in ammollo per almeno 12 ore; di solito faccio questa operazione la sera prima di andare a letto, in modo che al mattino siano pronte.

Al mattino mettiamo le madorle ben scolate nel mixer assime allo yogurt, al sale, al succo di limone ed al lievito alimentare a scaglie. Frulliamo il tutto in modo da ottenere una crema liscia e priva di grumi. Se il composto dovesse risultare troppo compatto, aggiungiamo acqua poco per volta. Mettiamo quindi la nostra purea in un contenitore di plastica, copriamolo e lasciamo fermentare il tutto a temperatura ambiente per almeno 12 ore.

Trascorso questo tempo, scaldiamo in un pentolino l’acqua ed aggiungiamo l’agar agar. Sciogliamola accuratamente ed uniamo la crema di mandorle e yogurt. Mescoliamo il tutto con cura e dividiamo il nostro preparato in due stampi rettangolari.
Facciamo raffreddare la preparazione in frigorifero per almeno 3 ore, in modo che le formelle solidifichino.

Nel frattempo prepariamo la salamoia mescolando la quantità di acqua indicata precedentemente portata a bollore ed il sale. Una volta perfettamente solidificate, sformiamo le nostre forme di crema di mandorle e lasciamole immerse nella salamoia fatta precedentemente raffreddare, chiuse in un contenitore ermetico.

Possiamo consumare la nostra “feta”  già il giorno dopo, ma il sapore potrà modificarsi e rafforzarsi progressivamente. A mio parere, una gusto ottimale si ottiene dopo circa 3 – 4 giorni in salamoia, ma è solamente una tempistica indicativa, l’importante è sperimentare!

Provatela tagliata a fettine e condita con olio e origano, oppure assieme a lattuga, cetrioli, pomodori e olive in una fantastica insalata greca! Io la adoro anche con la pasta.

12 risposte a "Mandorle feta-style"

  1. sono proprio curiosa di provare questa ricetta. Anche se non sono vegana mi piace fare questi esperimenti, più che altro per avere un alimentazione varia. Il lievito in scaglie dove si trova? si può fare anche con altra frutta secca tipo anacardi o arachidi?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...