Cucina vegetale · Preparazioni base · Trucchi di Autoproduzione

Pizza (con il trucco)

Ognuno ne possiede una ricetta segreta, chiunque conosce tutti i trucchi per la pizza perfetta…

Quindi, per non essere da meno, ecco a voi la mia pizza! Integrale, vegana, rigorosamente velocissima da preparare.

La mia versione non è certamente da puristi, ma è il frutto di numerosi tentativi e la somma di vari trucchi appresi nel tempo per aver un buon risultato con pochissima lavorazione ed ingredienti sani, facilmente reperibili nella maggioranza dei supermercati.

A rendere la nostra pizza sana ci pensano la buona dose di farina integrale, che ne abbassa l’indice glicemico, il lievito madre, che la rende straordinariamente digeribile, e le piccole quantità di sale integrale ed olio di buona qualità.

Il risultato è un impasto straordinariamente morbido e facile da lavorare ed una pizza gonfia e soffice con una bella crosta croccante e dorata; non amo le pizze troppo tirate e sottili, anche se questo impasto si presta alla perfezione per esserlo.

Ingredienti per 2 pizze

Per l’impasto

  • 100 g di farina 0
  • 100 g di farina integrale di frumento o farro (per la pizza in foto ho usato quella di frumento)
  • 50 g di farina di grano duro + altra per le teglie
  • 20 g di lievito madre secco (preferibile) oppure 10 g di lievito di birra secco
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaino di sale marino integrale fino
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • 200 – 220 ml di acqua tiepida

Per la farcia

  • un barattolo di polpa di pomodoro in pezzi (io uso quella biologica che trovo da Lidl, per saperne di più vedi qui l’articolo)
  • 1 piccola presa di sale marino integrale fino
  • 1 cucchiaio d’olio e.v.o.
  • pepe, origano, basilico ed aglio essiccati q.b.
  • mozzarella vegana tritata a piacere (in genere la acquisto su Veganobio, vedi qui la mia ultima spesa), opzionale
  • quello che più ci piace!
Preparazione

In una ciotola capiente e dai bordi alti misceliamo le farine precedentemente pesate ed il lievito. Aggiungiamo quindi il sale fino ed i due cucchiai d’olio.
A parte misuriamo l’acqua tiepida e sciogliamo all’interno il cucchiaino di zucchero; questa piccola aggiunta serve per favorire la lievitazione.

Uniamo poco per volta l’acqua agli ingredienti secchi, mescolando con un cucchiaio di  legno, fino ad ottenere un impasto molto morbido ed appiccicoso. Non è un errore, è la consistenza corretta che l’impasto deve raggiungere.

Mettiamo la nostra ciotola coperta con pellicola trasparente in forno, chiudiamo lo sportello ed azioniamolo alla massima temperatura per 1 minuto. Passato questo tempo, spegniamo il forno e lasciamo l’impasto a lievitare per 4 – 5 ore.

Trascorso questo tempo, l’impasto non sarà particolarmente gonfio, ma al suo interno ci saranno comunque tante bollicine, segno che la lievitazione è avvenuta correttamente.
Scaldiamo quindi il forno in modalità statico alla massima temperatura possibile.

Rivestiamo intanto due teglie con carta forno ed una piccola quantità di farina di semola. Versiamo quindi all’interno di ciascuna metà impasto. Copriamo con un’altra spruzzata di farina di semola e stendiamo l’impasto semplicemente con i polpastrelli delle dita (sarà infatti morbidissimo).

Condiamo la pizza a piacimento ed inforniamo per 10 – 12 minuti o finché la mozzarella non sarà fusa e la superficie ben dorata.

Potrebbe interessarti anche…

Focaccia tramezzino     Focaccia tramezzino con zucchine e cipolle caramellate

burger-ai-fiocchi     Burger vegani pt.1

 

9 risposte a "Pizza (con il trucco)"

  1. ciao stefy, mio padre ha il licoli (lievito in coltura liquida) e raggiunge buoni risultati con la farina integrale e lievitazioni lunghissime (72 ore). da poco abbiamo costruito anche il forno a legna. il guaio è legato alla cottura della pizza; nel forno elettrico difficilmente si raggiungono i 300 gradi mentre in quello a legna stiamo ancora capendo quando è il momento giusto per infornare. ti abbraccio, alla prossima.

    Liked by 1 persona

    1. Ma la vostra è una pizza ultra professionale! La mia è espresso, da impastare in velocità in pausa pranzo per poi correre di nuovo al lavoro e calcolata per il forno di casa (sarebbe impossibile da infornare con la pala). Un grande abbraccio a te!!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...