Idee regalo e ricorrenze · Primavera · Trucchi di Autoproduzione

4 idee per recuperare le uova di Pasqua

Pasqua è finita ed ora tutti ci ritroveremo la casa invasa di cioccolato _il ché in effetti non è una cosa brutta_ ma che farne?

La soluzione più ovvia è mangiarla, magari portandola con noi in piccole porzioni a scuola o al lavoro come spezza fame ultra efficace. Purtroppo però spesso ci ritroviamo con quantità davvero notevoli, di differenti tipologie e qualità (non sempre eccellente).

Ecco allora tante idee furbe per riciclare il cioccolato delle uova di Pasqua!

1. La granolasdr

Sempre più spesso si consuma al posto dei tradizionali cereali da colazione perché più sana, energetica e davvero golosa! Ecco come preparare in casa la granola ed arricchirla con la cioccolata avanzata.

In una ciotola mescoliamo 2 tazze dei fiocchi di cereali che preferiamo assieme a mezza tazza di frutta secca sminuzzata (noci, mandorle, nocciole…) e mezza tazza di semi (sesamo, lino, zucca…).

Prepariamo quindi a parte una miscela con 4 cucchiai di miele (ma si possono utilizzare anche sciroppo d’acero, concentrato di datteri, malto di riso o d’orzo) e 2 cucchiai di olio di semi di girasole, che uniremo al mix di fiocchi e frutta secca.

Mescoliamo quindi il tutto e stendiamolo sottilmente su una placca ricoperta di carta da forno. Inforniamo a circa 200 gradi finché il tutto non sarà ben tostato (in genere basta una decina di minuti).

Lasciamo quindi raffreddare i cereali tostati ed aggiungiamo cioccolata tritata e cocco a scaglie!

La granola si conserva in un barattolo a chiusura ermetica per diverso tempo ed è ottima al mattino da consumare con latte e yogurt, ma anche da sgranocchiare  al naturale.

2. Il salame di cioccolata

La ricetta dolce di recupero per antonomasia, sempre fantastica e cui non si può resistere! Perfetto per la colazione o per una merenda sostanziosa, ma sana: non abbiamo aggiunto zucchero! 😉

In una ciotola mescoliamo 2 tazze di biscotti sminuzzati ed aggiungiamo mandorle tagliate grossolanamente e bacche di goji (non molto tradizionali e del tutto facoltative, ma che regalano al nostro salame consistenza e note acidule inaspettate, oltre a tanta vitamina C ed antiossidanti).

Sciogliamo quindi a bagnomaria 200 g di cioccolata assieme a due generosi cucchiai di burro di mandorle ed uniamola al mix di biscotti e frutta secca. Mescoliamo bene e mettiamo il composto su un foglio di carta da forno.

Formiamo quindi il nostro dolce con le mani bagnate, dando la forma di un salame ed avvolgiamolo nella carta forno, in modo da pressare bene il tutto con le mani e rendere il dolce compatto.

Lasciamolo raffreddare in freezer per almeno 2 ore et voilà! Pronto per essere affettato.

3. Le barrette energetiche

Ormai si vedono di frequente, anche nei supermercati. Le barrette energetiche sono perfette come spuntino pre-allenamento, ma anche quando si ha davvero poco tempo da dedicare alla merenda. Ne esistono di vari tipi, ma in genere hanno sempre una base di frutta essiccata (datteri, albicocche, fichi…), cereali in fiocchi e semi.
Prepararle è molto veloce e non richiede alcun tipo di cottura! Basta avere un buon mixer ed una teglia rettangolare (tipo quella da plum-cake).

img_20170420_170154.jpgPer prima cosa sciogliamo a bagnomaria 150 g del cioccolato che preferiamo (meglio quello fondente) ed una volta liquido, uniamolo a 1 tazza e mezza di riso soffiato. Mescoliamo bene il tutto, in modo da ottenere un composto omogeneo.

Versiamo quindi il composto in una teglia rettangolare precedentemente rivestita di carta forno e lasciamo il tutto in freezer per circa un’ora a solidificare.

Nel frattempo, mettiamo nel mixer due tazze di albicocche secche, due cucchiai di sciroppo d’acero o miele e 1 tazza di frutta secca mista (anacardi, nocciole, mandorle). Iniziamo a frullare alla massima velocità in modo da ottenere un composto denso e pastoso. A questo punto aggiungiamo due cucchiai dei semi che preferiamo (vanno bene sesamo, lino, canapa, zucca…) e continuiamo a frullare.

Togliamo dal congelatore la teglia e versiamo sopra la pasta di frutta secca, pressandola molto bene. Rimettiamo di nuovo in congelatore per circa un’ora.

Trascorso questo tempo, togliamo dal freezer e sformiamo. Tagliamo quindi le nostre barrette!

Potremo conservarle in un contenitore a chiusura ermetica in frigorifero per circa una settimana.

4. La maschera coccola per il viso

La cioccolata è una vera manna per la nostra pelle perché contiene burro di cacao, idratante, e polvere di cacao, dalle straordinarie proprietà antiossidanti. Impagabile è poi il suo profumo, che funge da vera e propria aromaterapia, migliorando l’umore e quindi il nostro aspetto!

In un pentolino sciogliamo 2 bei pezzi di cioccolato (circa 60 g) ed aggiungiamo 1 cucchiaio abbondante di olio di mandorle dolci, ricchissimo di vitamina E.

A parte tritiamo finemente con un macina-caffè 1 cucchiaio di fiocchi d’avena in modo da ricavarne una farina, ed aggiungiamola alla miscela di cioccolato ed olio di mandorle.

Lasciamo quindi in posa la maschera sulla pelle accuratamente detersa per circa 15 minuti, dopo di ché frizioniamo delicatamente in modo da sfruttare l’effetto esfoliante della farina d’avena per qualche minuto.
Rimuoviamo quindi la maschera con una velina e sciacquiamo accuratamente il viso.

Potrebbero interessarti anche…

Maschera al cioccolato     Maschera scrub al cioccolato

Confettura di ciliegie e zenzero     Confettura di ciliegie allo zenzero

3 risposte a "4 idee per recuperare le uova di Pasqua"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...