Dolci sani

Brownies di farro e banane con okara

In questo articolo vi avevo parlato di come autoprodurre in casa del buon latte vegetale a base di cocco e nocciole, dicendovi di conservare la poltiglia fibrosa avanzata.

Si sa, in cucina meno si spreca e meglio è!

Gli scarti di produzione dei latti vegetali _detti okara dal nome giapponese degli scarti di produzione del latte di soia_ sono un ingrediente estremamente versatile, che utilizzo in molte preparazioni sia dolci che salate; costituiscono un ottimo legante al posto delle uova e, se derivati da frutta secca e cocco contengono ancora una buona percentuale di grassi, che costituiscono una valida alternativa all’aggiunta di olio o burro. Sono, inoltre, una preziosa fonte di fibre, sempre indispensabili!

Ma passiamo alla ricetta! Questa volta ho utilizzato gli scarti per preparare dei golosi e soffici Brownies  di farina integrale di farro, perfetti per una colazione piena di energia o per una sostanziosa merenda. Sono rigorosamente senza uova, sostituite dalle banane troppo mature, senza latte vaccino e senza zucchero, sostituito dal concentrato di datteri e dalla naturale dolcezza della frutta.

Brownies di farro e banane

Ingredienti
  • 2 banane medie molto mature
  • l’okara ottenuto dalla produzione di 1 litro di latte di cocco e nocciole
  • 2 cucchiai di concentrato di datteri (in alternativa si possono usare 3
  • datteri ammollati in acqua calda e frullati)
  • 2 cucchiai di olio di semi di girasole
  • 50 g di latte vegetale o acqua
  • 150 g di farina di farro integrale
  • 50 g di cacao amaro
  • 4 cucchiai di gocce di cioccolato
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci
Preparazione

Per prima cosa sbucciamo e rompiamo in pezzi grossolani le due banane, poi mettiamole in una ciotola abbastanza capiente e schiacciamole con una forchetta in modo da ottenere una purea omogenea.

Nella stessa ciotola uniamo il concentrato di datteri, l’olio di semi di girasole, il latte vegetale che preferiamo e l’okara. Mescoliamo quindi il tutto in modo da ottenere un composto omogeneo.

A parte pesiamo  gli ingredienti secchi, setacciamo la farina, il cacao amato ed il lievito e mescoliamo il tutto.

Uniamo quindi gli ingredienti secchi al composto di banane ed okara mescolando energicamente, fino ad ottenere un impasto liscio, che metteremo in una teglia quadrata o rettangolare precedentemente rivestita di carta da forno.

Inforniamo il dolce a 180° per circa 30 – 35 minuti (meglio sempre fare le prova dello stecchino!) ed una volta pronto, facciamolo raffreddare e tagliamolo a quadretti di circa 3 cm per lato.

E se non abbiamo l’okara…

Possiamo raddoppiare la quantità di olio di semi di girasole ed aggiungere 2 cucchiai di latte vegetale o acqua in più ed il gioco è fatto! 😉

Potrebbero interessarti anche…

Strudel Uva fragola e mele     Strudel di mele e uva fragola

Tiramisù Veg     Tiramisù alle fragole (vegan)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...